Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2007


fonte: flickr

Inizialmente questo post era intitolato: Fundraising: comunicazione o marketing? Ma discutendo con amici/colleghi mi sono reso conto che posta così non centrava l’argomento che avrei voluto trattare. Infatti le persone con cui ho discusso hanno risposto, tolte le piccole sfumature, allo stesso modo dicendo che il fundraising è entrambe le cose.
Così ho pensato di esplicitare un pò meglio la questione.
Premesso che sicuramente il fundraising tocca ampiamente… (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Saluto ad un amico

viola-mare-2-montagna-059.jpg
fonte: quistelliblog

L’ho detto sin da subito, intendo il blog come un diario è quindi trovo normale utilizzarlo, oltre che per esporre le mie riflessioni sul fundraising, per esprimere emozioni che con il mondo della raccolta fondi hanno in comune forse solo la cornice.

Il post di oggi, segue idealmente quelli che mi hanno portato a salutare i colleghi di L&P nei mesi passati. Oggi voglio salutare un grande amico ed un grande ex-collega.

I più informati di voi avranno riconosciuto la foto che campeggia a inizio post, si tratta di Francesco Quistelli fundraiser di pregio e amico di atrettanta caratura.

Voglio fargli l’in bocca al lupo per la sua nuova avventura in Coopi e ringraziarlo per gli anni di lavoro insieme, che spero abbiano dato a lui almeno la metà di quello che professionalmente, ma soprattutto umanamente, hanno dato a me.

Un abbraccio e a presto…  e per citare un altro idolo chiudo scrivendo che: “c’ha a famo, c’ha a famo…”

Read Full Post »


fonte: flickr

Ne ho già parlato su questo blog e su quello di Lentati, la trasparenza dovrebbe essere una leva per la raccolta fondi, i donatori, in quanto investitori sociali, hanno il diritto di essere informati puntualmente su come il loro contributo verrà utilizzato.
Questo in un mondo ideale, dove cioè il donatore percepisce questo suo ruolo di investitore. Nel mondo reale la stragrande maggioranza è convinta di fare semplicemente “beneficenza”, non c’è nulla di male in questo sia ben chiaro, ma questo rende poco redditizio l’atteggiamento di chi, molti per fortuna, investe… (altro…)

Read Full Post »


fonte: flickr

Chi ha modo di confrontarsi con i database donatori delle nostre organizzazioni può constatare quanto, mediamente, sia alta l’età delle persone presenti.
Questo è un fatto che bene o male tocca tutti e con cui tutti ci troviamo a fare i conti.
Avere molti donatori “anziani”, non lo scopro certo io, è un rischio che se non affrontato porta ad un inevitabile impoverimento dei database dovuto alla naturale “caduta” di questi.
Questo post è scritto per… (altro…)

Read Full Post »


fonte: flickr

Premessa, che non fa mai male: Questo post non intende mettere in discussione il sostegno a distanza come modalità di cooperazione, non è il mio ambito, ne giudicarne la reale efficacia sul campo, ho un opinione ma non essendo un esperto la tengo per me.

Passiamo ora a che cos’è questo post: è un tentativo di ragionare su quanto il SAD sia uno strumento di raccolta fondi redditizio.
E già sento i meno esperti di voi dire: “certo che è redditizio!
Fa acquisire molte anagrafiche, ha percentuali di risposta in continuo aumento, è un “prodotto” di raccolta fondi ideale”. Tutto questo è assolutamente vero, anzi di più è, come direbbe il professore, un fatto, ma… (altro…)

Read Full Post »


fonte: flickr

Il fundraiser di strada, per come lo intendo io, non è il dialogatore… il fundraiser di strada non è nemmeno il volontario che si alza la domenica mattina alle 7 per aprire il banchetto natalizio (o pasquale o altro) e raccoglie fondi per la sua organizzazione.

Il fundraiser di strada è l’unica entità che unisca veramente l’organizzazione, il beneficiario, la raccolta fondi. Il fundraiser di strada è quello che viene volgarmente chiamato “accattone”.

Si comporta esattamente come noi… (altro…)

Read Full Post »